Gite da Roma: cosa fare a Tuscania con i bambini

Tuscania, in provincia di Viterbo, dista un’ora e mezzo di macchina da Roma ed è un luogo pieno di storia che vi consiglio di visitare

Siamo arrivati a Tuscania verso l’ora di pranzo quindi la nostra prima tappa è stato il ristorante Cichi’s RistoBistrot. Il ristorante, che si trova a due minuti di macchina dalla Chiesa di San Pietro, è curato nel dettaglio ed è davvero particolare, da dietro un vetro è persino possibile ammirare una tomba etrusca.


Dopo aver riempito la pancia dei nostri piccoli siamo andati a piedi verso la chiesa di San Pietro e l’abbiamo trovata chiusa, dalle foto che avevo visto online pensavo che fosse possibile almeno vederne la facciata ma non era così. Ho poi scoperto che per visitarla è necessario chiamare il numero di cellulare 347.8838069.


Un po’ amareggiati ci siamo diretti verso il paesino e abbiamo notato con piacere che in mezzo alla strada c’era un tratto di strada romana, l’antica via Clodia, molto ben conservato.


Nella prima piazza abbiamo giocato sulle scale della bellissima facciata del teatro. Poi ci siamo diretti verso la fontana delle sette catenelle, per poi andare ad ammirare l’antico lavatoio pubblico che presenta due vasche, in una si lavavano i panni nell’altra si sciacquavano.


Dopo abbiamo intrapreso una salita che costeggia le mura e ci siamo trovati in una piazza con una trattoria (da Alfreda) gremita di persone. Proprio lì davanti si trova l’entrata del Parco Tor di Lavello. Un parco con vista mozzafiato che ha anche un orologio solare dove i bambini possono divertirsi a capire che ore sono. Noi ci siamo fermati lì per un po’ di tempo a disegnare il bellissimo panorama, a ricalcare sopra un foglio il simbolo della corona sull’orologio solare e a correre dentro un piccolo anfiteatro moderno.


La tappa successiva è stata la chiesa di San Marco dove abbiamo fatto accendere un lumino ai bimbi.
Poi siamo ritornati su via del ponte da dove si apre un passaggio molto interessante ma purtroppo pieno di feci di animali.


Abbiamo finito in bellezza con la Chiesa di Santa Maria Maggiore, un bellissimo esempio di chiesa Romanica, alle pendici del colle San Pietro, dove siamo rimasti tutti a bocca aperta soprattutto di fronte all’affresco raffigurante il Giudizio Universale. Questa chiesa l’abbiamo trovata aperta ma anche in questo caso esiste un numero da chiamare per farsela aprire (per le visite contattare l’Assuntore di custodia Sig. Mariano Alfieri tel. 328.2350218).


Le prossime volte cercheremo anche di visitare il Museo Archeologico, di visitare l’area archeologica colle di San Pietro (aperta dal Martedì alla Domenica, da Gennaio ad Aprile e da Ottobre a Dicembre la mattina alle ore 10.30 e il pomeriggio alle 14.30), la Necropoli Madonna dell’Olivo (stessi orari dell’area archeologica di San Pietro), la Necropoli della Pescheria e quella di pian di Mola.

Giulia Tiddens

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...